private apartment_GZZ

Il progetto di interior design descrive un appartamento della Milano contemporanea, aperta e accogliente. Elementi architettonici formali della tradizione italiana del Novecento si mescolano ad oggetti eclettici, provenienti da ogni parte del mondo per generare un luogo aperto al dialogo ed alle interpretazioni. Il design degli oggetti definisce nuove spazialità, incorniciate da un involucro edilizio raffinato ed elegante decorato con stucchi e serramenti in stile classico. La palette di colori del pavimento in cementine esagonali o quadrate dai motivi floreali, è valorizzata dai toni degli arredi e dei complementi. L’atmosfera è calda, accogliente ed informale. La casa è il ritratto di un legame stretto tra il passato ed il presente di Milano, multiculturale e nel cuore dell’Europa.

Cristiana vannini | arc designs a modern apartment in the welcoming and cool city of Milan. Formal architectural elements of the Italian tradition of the twentieth century are mixed with eclectic objects from all over the world to create a place open to dialogue and interpretation. Design objects defines new spatiality, framed by a refined and elegant building decorated with classic-style windows and stucco. The color palette of the floor cement tiles is enhanced by the tones of the furnishings and accessories. The atmosphere is warm, relaxed and informal. The house is the portrait of a close link between the past and the present of Milan, multicultural and in the heart of Europe.

private apartment_SSG

cristiana vannini | arc firm designed interiors of a penthouse in a well-known building of Sesto San Giovanni, Milan. The penthouse has stunning views: the skyscrapers of Milan and the Alps. Finishes are elegant and made by local craftsmen; the client likes to collect icons of Italian product design.

cristiana vannini | arc studio ha progettato l’architettura degli interni di un attico al rustico, in un noto edificio di Sesto San Giovanni. La pianta dell’appartamento è iscritta in un quarto di cerchio e gode di un’esposizione magnifica: dallo skyline di Milano al profilo della Alpi. Una particolare attenzione è stata prestata al rapporto tra spazi serventi e serviti ed alla loro contrastante densità. I corridoi, disegnati come luoghi intimi e decorati con un motivo rigatino, rimarcano la natura più aperta ed ariosa degli ambienti principali.

Relooking Hair Stylist

Relooking negozio di Hair Stylist, locale situato in via dei Colli Portuensi-Roma, mq.80. Studio e realizzazione degli arredi, studio delle pareti in cartongesso e soppalco, della scala in metallo verniciato e vetro. Scelta particolari di arredo, corpi illuminanti, carte da parati, colorie finiture pavimenti e pareti.

Apartment K

The Apartment K is located in the heart of Bolzano. This is a concept development and interior design for an apartment in an existing building. The lobby area is separated by a generous cloakroom from the kitchen. The kitchen has a dining area and is directly connected to the living room. It can be separated from the surrounding areas by sliding doors. All rooms flow smoothly into one, simply due to the cabinet walls and the central furnace seperate spaces may arise. The parents’ bedroom with walk-in closet and the corresponding open-plan bathroom, and the two bedrooms of the children form the sleeping area of the apartment. All bedrooms have a private balcony. Directly connected to the apartment there is a guest apartment with living area, bed- and bathroom. All the furniture of the apartment are white, the floors in the day and night areas consist of walnut, only the bathrooms are tiled. aAn internal staircase leads from the living area directly on the overlying roof terrace with Jacuzzi.
L‘appartamento K si trova nel cuore di Bolzano. Si tratta quì di un‘invenzione concettuale e arredamento d‘interni per un appartamento in un edificio già esistente. La zona d‘ingresso è separata grazie ad un ampio guardaroba dalla cucina. Questa è connessa direttamente al soggiorno insieme alla zona pranzo, ma può essere divisa attraverso porte scorrevoli dagli spazi limitrofi. Tutti i locali si compenetrano in modo armonioso, anche se talvolta possono crearsi ambienti secondari grazie ad armadi e al camino centrale. La zona notte è composta dalla stanza dei genitori con l‘armadio, insieme al bagno a pianta aperta, e le due stanza dei bambini, i quali condividono un bagno. Tutte le stanze dispongono di un balcone personale. Direttamente connesso all‘appartamento si trova l‘appartamento degli ospiti con zona giorno, zona notte e bagno. Tutti gli arredi dell‘appartamento sono tentuti in bianco, i pavimenti delle zone giorno e notte sono in legno di noce, e talvolta i bagni sono coperti da piastrelle. Attraverso una scala interna si può giungere dalla zona abitativa sul sul tetto piano adibito a terrazza con piscina.

Ristorante Miil

A Cermes, nei pressi di Merano, si trova la tenuta Kränzel, dimora storica che al giorno d’oggi riunisce in modo unico cucina, arte e cultura. Nel vecchio mulino, posto sotto tutela dalle Belle Arti, si trova il ristorante Miil. Qui gastronomia, vino e cultura si fondono in un’opera unica di alto livello. Nel restauro si é prestata particolare attenzione a questi equilibri e l’ampliamento del ristorante é stato ottenuto rimuovendo le parti che si sono aggiunte nel corso degli anni all’impianto originale e ampliando altre zone con piccoli interventi mirati; in questo modo l’intervento architettonico resta in secondo piano rispetto al restauro conservativo. La nuova cucina a vista si trova nella zona ampliata con linee semplici e pulite, dove le grandi vetrate segnano il carattere architettonico dello spazio .Il nuovo bar occupa lo spazio precedentemente adibito a cucina, creando la connessione tra l’interno e l’idilliaco giardino. Il grande bancone in porfido delle cave del luogo conduce il cliente dell’ingresso alla zona bar. Gli interni del ristorante si estendono su più livelli, divisi tra loro da una balaustra di vetro nero traslucido retroilluminato con LEDs in modo da creare zone di intimitá senza perdere la percezione dell’intero spazio. Placed in Tscherms/Cermes, near Merano, The Kränzel mansion and winery brings together cuisine, art and culture in a unique way. The restaurant Miil is in the old mill, which is under protection by the Fine Arts.The restaurant impresses with its modern lines in an elegant atmosphere without loosing its more authentic roots, as well as its cuisine based on marriage between tradition and modernity. Renovation works have given particular attention to these balances and the expansion of the restaurant has been obtained by removing all the parts that were added to the original system over the years and expanding other areas with specific actions; in this way the architectural intervention remains in a second place to the conservative restoration. The new kitchen is placed in the enlarged area designed with clean and simple lines, where the large windows mark the architectural character of the space. The new bar occupies the space previously used by the old kitchen, creating a connection between the interior space and the idyllic garden . The large counter in porphyry takes the customer from the entrance to the bar. The interior spaces extend over several levels provided with a translucent LED backlit black glass balustrade to create zones of privacy without losing the perception of the entire space.

Schloss Plars

The existing building of the Hotel Schloss Plars, located in Algund, was built in the late 19th century and the breakfast room and the kitchen have been built in the early 20th century. The project aims on the one hand, the transformation of the breackfast room and on the other, the redesign of the south facade and the construction of a balcony.The material chosen for the railing of this balcony will be black steel, taking up the pattern of the existing railings. On the east facade were created several windows to lighten up the rooms. All openings have been designed in accordance with the “castle character”. The redesign combines sophisticated design and historic character.
L’edificio esistente dell’ albergo Schloss Plars a Lagundo venne costruito alla fine del 19° secolo mentre la sala per la colazione e la cucina sono stati costruiti all’inizio del 20° secolo. Scopo del progetto è da un lato, la trasformazione della sala e, dall’altro, la riprogettazione della facciata sud e la costruzione di un balcone per poter offrire anche la colazione all’aperto. Il materiale scelto per la ringhiera di questo balcone sarà accaio nero, riprendendo il motivo delle ringhiere esistenti. Sulla facciata est si creano più finestre per dare luce alla sala e alle stanze. Tutte le aperture sono state progettate in conformità con il “carattere castello”. La riprogettazione unisce design sofisticato e carattere storico.

CA’ POZZI

what: single-family units in residential complex
(competition 1° prize)
where: luino (VA)
client: SIST GROUP
project: cristiana vannini + linda bigatti + stefano tagliacarne
project team: simone barth + roberta bonaiti + federica branchini + ornella suriano
render: luigi perrucci

FIRTS PRIZE_Concorso di progettazione ad inviti di iniziativa privata | Casa unifamiliare modulare e masterplan Piano di lottizzazione ‘Ca Pozzi’ Luino, Varese

CONCEPT
La vocazione dell’area di intervento è fortemente naturalistica trattandosi di un pendio digradante verso Sud situato a Luino (VA), a metà strada tra il lago e i monti e circondato da aree boschive di grande suggestione. L’idea di progetto è volta a valorizzare queste peculiarità, cercando di ascoltare il luogo pur utilizzando l’area a scopi insediativi. La vista, l’orientamento e l’utilizzo estensivo dell’area sono elementi fondamentali che hanno portato alla proposta progettuale cercando di offrire a tutte le residenze le condizioni migliori. Seguendo il principio del girasole tutte le unità abitative sono orientata verso SE/SO aprendosi verso la vista migliore. Questo viene consentito dall’organizzazione dell’area mediante la realizzazione di terrazzamenti che richiamano le tradizioni di insediamento locali e che consentono un utilizzo del territorio più estensivo e a minor impatto visivo. La configurazione del masterplan interpreta il nuovo insediamento sul modello del borgo rurale.
RESIDENZE
Il progetto ha sviluppato un edificio residenziale monofamiliare da declinare in diverse dimensioni. Un’abitazione efficiente che si caratterizza per l’attenzione ai temi del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale, per la grande flessibilità e per il contenuto costo di costruzione. La matrice che determina la forma della residenza nasce dalla volontà di offrire l’orientamento più favorevole e di valorizzare punti di vista privilegiati, in modo da stabilire un rapporto ottimale con il contesto sia dal punto vista estetico, sia dal punto di vista energetico. Tutto ciò si è tradotto in una forma molto compatta che vede l’aggregazione di due volumi intorno a una cerniera centrale che funziona da ingresso e distribuzione. Tale scelta progettuale permette all’edificio di adattarsi alle diverse orografie dei suoli; i due volumi possono infatti svilupparsi su quote differenti e ruotare intorno al nodo centrale, dando origine a fronti inclinati a favore della vista migliore e dell’esposizione al sole più vantaggiosa.
La rotazione dei volumi crea un patio che diventa un elemento caratteristico della casa, come spazio di mediazione tra interno ed esterno. Uno spazio esterno, ma protetto, che rappresenta l’area di possibile espansione nel tempo. Un tetto ad unica falda inclinata protegge l’edificio, che lo caratterizza dal punto di vista formale e ne limita l’impatto visivo nel contesto, consente di aprire grandi vetrate a sud, mantenendo al contrario il fronte esposto a nord di superficie minima e con aperture ridotte. Dal punto di vista tipologico, l’organizzazione planimetrica e volumetrica dell’edificio si fonda su moduli base che sono stati ottimizzati dal punto di vista delle dimensioni, delle funzioni che accolgono e della flessibilità. L’aggregazione dei moduli determina unità abitative di superfici e forme differenti.
Gli stessi principi di modularità e flessibilità sono anche alla base della scelta di un sistema costruttivo prefabbricato leggero. Tale sistema consente infatti di ottimizzare la realizzazione del modulo, riducendone tempi e costi, garantendo al contempo grande adattabilità per quanto riguarda l’organizzazione degli alloggi, la loro personalizzazione e modificabilità nel tempo, le soluzioni tecniche‐impiantistiche, la scelta delle finiture. Le caratteristiche del progetto, la grande flessibilità che offre in termini di tipologie, di materiali e di finiture permettono all’edificio progettato di adattarsi ai contesti più diversi.
FLESSIBILITÀ
La tendenza attuale del mercato immobiliare presenta profili molto differenziati di utenza, per esigenze specifiche, stili di vita e composizioni familiari. Per questo motivo l’edificio è stato progettato secondo principi che consentono non solo di rispondere in fase di progettazione alle diverse richieste di organizzazione degli spazi all’interno dell’alloggio, ma anche di adattarsi nel tempo ai cambiamenti e alle nuove necessità di chi lo abita. Concorrono a ottenere tale flessibilità, non solo l’impostazione modulare e la distribuzione in pianta dei percorsi e dei servizi, ma anche le scelte costruttive e impiantistiche. In particolare il posizionamento degli impianti e dei servizi lungo la parete rivolta a nord e il ricorso a un sistema costruttivo prefabbricato leggero consente layout degli alloggi differenziati in grado di rispondere ad esigenze ogni volta diverse. Allo stesso tempo modifiche che si renderanno necessarie nel corso degli anni comporteranno lavorazioni poco invasive e realizzabili in tempi contenuti.

RESIDENZE CAMPARI

what: model apartments_concept study and interior mood board
where: residenze campari, sesto san giovanni (MI)
client: MORETTI REAL ESTATE
project: cristiana vannini
project team: alessandra spaltini + pol casamitjana
consultant: vidheya del vicario (psychologist)
communication agency: BIANCHI ASSOCIATI 
render: STUDIO DIM

text: vidheya del vicario_ psychologist
La scelta della propria abitazione accompagna da sempre l’uomo e si è andata evolvendo con la storia stessa dell’umanità divenendo sempre più, sia per l’individuo sia per la società, una delle maggiori forme di espressione del proprio tempo e della propria individualità. Per questo motivo, architettura e psicologia condividono un linguaggio ricco di affinità, in quanto hanno come elemento centrale la persona, il suo ambiente naturale e culturale e la loro relazione.

CLASSIC
Si caratterizza per la scelta di materiali lussuosi, ricercati ed eleganti, reinterpretati in modo attuale e contemporaneo. Si prediligono i toni caldi e rasserenanti, mentre lo spazio e gli oggetti sono esaltati da una luce accentuata che tende invece a esporli. È una casa tanto importante, raffinata ed elegante quanto ospitale, uno spazio che si abita con piacere e facilmente condivisibile con gli invitati. Qui non vi sono elementi sottesi da ricercare o da interpretare, poiché essa si esprime in ciò che è visibile. È un ambiente rassicurante e coerente nello stile che rispecchia una personalità ben strutturata e stabile, legata ai valori della tradizione, ma altrettanto sensibile alle tendenze. La personalità, interprete di questo stile, esprime specialmente la stabilità.

DESIGN
È una casa che si espone, che osa, ma in maniera non convenzionale, perché tende a infrangere i pregiudizi stilistici e a promuovere il pensiero critico. Che fa meditare e che accoglie il mondo delle avanguardie artistiche: l’arte intesa come sperimentazione e ricerca. Il suo giocare con gli oggetti, pop, colorati e originali, è un gioco molto serio, poiché si fonda su una valutazione profonda che è propria di un carattere risoluto, sicuro delle proprie scelte e conoscenze. Gli ambienti si contraddistinguono per un cromatismo deciso e gli spazi sono destrutturati, quasi degli open space, come se la funzione fosse sottomessa alla forma. Chi la abita ha un intenso senso di sé e si distingue per la sua libertà intellettuale.

MINIMAL
È una casa all’avanguardia, vissuta negli spazi e nei tempi necessari fra i molti impegni e spostamenti, proiettata al divenire, telematica. Lo stile è essenziale: nella scelta discreta dei colori, nelle luci integrate e nella linearità delle superfici interne e degli arredi. Il risultato è un ambiente funzionale ed essenziale, che esprime un’atmosfera delicata, raffinata quasi suggestiva. Si prediligono forme e spazi leggeri, fluidi e in una soluzione di continuità, senza partizioni. Il gusto sottile si esprime attraverso fisionomie minimali, pulite, di un design che c’è, si percepisce, s’intuisce ma che non appare, che non si espone. La dinamicità è la qualità che tratteggia meglio questo carattere.

MODERN
Le linee sono pulite, l’ambiente è raccolto, contenuto, regolare, emana una sensazione di confortante equilibrio. Lo spazio abitativo è funzionale, pratico e nello stesso tempo accogliente e invitante. Questo stile non cerca di apparire, ma tende a mettere se stessi e gli altri a proprio agio, creando un’atmosfera vivace, rassicurante e piacevolmente condivisibile. Per questo si prediligono i cromatismi chiari, la creazione di ambienti delicati e familiari. La sua personalità si esprime in luci morbide e ambrate, in spazi e arredamenti che creano un clima confortevole che parla di quotidianità, di spazi partecipati e di racconti di vita in comune. La caratteristica che meglio ritrae questo stile è la socievolezza.

LUXURY
Ricercatezza ed emozionalità. Propone scenari intensi, che comunicano bellezza, benessere e agiatezza. È uno stile elaborato e ricercato, che predilige materiali e arredi pregiati. Gli ambienti hanno una spiccata personalità, ove la dimensione decorativa è forte, intensa e sensoriale, fatta di ricchi dettagli e di finiture di alta qualità. Le luci sono decise, quasi sceniche e nulla è lasciato al caso. E’ un mondo di atmosfere lussuose quello in cui si entra, che non può e non vuole lasciare indifferenti. L’espressione della forza è la sua caratteristica più evidente.