Apartment K

The Apartment K is located in the heart of Bolzano. This is a concept development and interior design for an apartment in an existing building. The lobby area is separated by a generous cloakroom from the kitchen. The kitchen has a dining area and is directly connected to the living room. It can be separated from the surrounding areas by sliding doors. All rooms flow smoothly into one, simply due to the cabinet walls and the central furnace seperate spaces may arise. The parents’ bedroom with walk-in closet and the corresponding open-plan bathroom, and the two bedrooms of the children form the sleeping area of the apartment. All bedrooms have a private balcony. Directly connected to the apartment there is a guest apartment with living area, bed- and bathroom. All the furniture of the apartment are white, the floors in the day and night areas consist of walnut, only the bathrooms are tiled. aAn internal staircase leads from the living area directly on the overlying roof terrace with Jacuzzi.
L‘appartamento K si trova nel cuore di Bolzano. Si tratta quì di un‘invenzione concettuale e arredamento d‘interni per un appartamento in un edificio già esistente. La zona d‘ingresso è separata grazie ad un ampio guardaroba dalla cucina. Questa è connessa direttamente al soggiorno insieme alla zona pranzo, ma può essere divisa attraverso porte scorrevoli dagli spazi limitrofi. Tutti i locali si compenetrano in modo armonioso, anche se talvolta possono crearsi ambienti secondari grazie ad armadi e al camino centrale. La zona notte è composta dalla stanza dei genitori con l‘armadio, insieme al bagno a pianta aperta, e le due stanza dei bambini, i quali condividono un bagno. Tutte le stanze dispongono di un balcone personale. Direttamente connesso all‘appartamento si trova l‘appartamento degli ospiti con zona giorno, zona notte e bagno. Tutti gli arredi dell‘appartamento sono tentuti in bianco, i pavimenti delle zone giorno e notte sono in legno di noce, e talvolta i bagni sono coperti da piastrelle. Attraverso una scala interna si può giungere dalla zona abitativa sul sul tetto piano adibito a terrazza con piscina.

Schloss Plars

The existing building of the Hotel Schloss Plars, located in Algund, was built in the late 19th century and the breakfast room and the kitchen have been built in the early 20th century. The project aims on the one hand, the transformation of the breackfast room and on the other, the redesign of the south facade and the construction of a balcony.The material chosen for the railing of this balcony will be black steel, taking up the pattern of the existing railings. On the east facade were created several windows to lighten up the rooms. All openings have been designed in accordance with the “castle character”. The redesign combines sophisticated design and historic character.
L’edificio esistente dell’ albergo Schloss Plars a Lagundo venne costruito alla fine del 19° secolo mentre la sala per la colazione e la cucina sono stati costruiti all’inizio del 20° secolo. Scopo del progetto è da un lato, la trasformazione della sala e, dall’altro, la riprogettazione della facciata sud e la costruzione di un balcone per poter offrire anche la colazione all’aperto. Il materiale scelto per la ringhiera di questo balcone sarà accaio nero, riprendendo il motivo delle ringhiere esistenti. Sulla facciata est si creano più finestre per dare luce alla sala e alle stanze. Tutte le aperture sono state progettate in conformità con il “carattere castello”. La riprogettazione unisce design sofisticato e carattere storico.

CA’ POZZI

what: single-family units in residential complex
(competition 1° prize)
where: luino (VA)
client: SIST GROUP
project: cristiana vannini + linda bigatti + stefano tagliacarne
project team: simone barth + roberta bonaiti + federica branchini + ornella suriano
render: luigi perrucci

FIRTS PRIZE_Concorso di progettazione ad inviti di iniziativa privata | Casa unifamiliare modulare e masterplan Piano di lottizzazione ‘Ca Pozzi’ Luino, Varese

CONCEPT
La vocazione dell’area di intervento è fortemente naturalistica trattandosi di un pendio digradante verso Sud situato a Luino (VA), a metà strada tra il lago e i monti e circondato da aree boschive di grande suggestione. L’idea di progetto è volta a valorizzare queste peculiarità, cercando di ascoltare il luogo pur utilizzando l’area a scopi insediativi. La vista, l’orientamento e l’utilizzo estensivo dell’area sono elementi fondamentali che hanno portato alla proposta progettuale cercando di offrire a tutte le residenze le condizioni migliori. Seguendo il principio del girasole tutte le unità abitative sono orientata verso SE/SO aprendosi verso la vista migliore. Questo viene consentito dall’organizzazione dell’area mediante la realizzazione di terrazzamenti che richiamano le tradizioni di insediamento locali e che consentono un utilizzo del territorio più estensivo e a minor impatto visivo. La configurazione del masterplan interpreta il nuovo insediamento sul modello del borgo rurale.
RESIDENZE
Il progetto ha sviluppato un edificio residenziale monofamiliare da declinare in diverse dimensioni. Un’abitazione efficiente che si caratterizza per l’attenzione ai temi del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale, per la grande flessibilità e per il contenuto costo di costruzione. La matrice che determina la forma della residenza nasce dalla volontà di offrire l’orientamento più favorevole e di valorizzare punti di vista privilegiati, in modo da stabilire un rapporto ottimale con il contesto sia dal punto vista estetico, sia dal punto di vista energetico. Tutto ciò si è tradotto in una forma molto compatta che vede l’aggregazione di due volumi intorno a una cerniera centrale che funziona da ingresso e distribuzione. Tale scelta progettuale permette all’edificio di adattarsi alle diverse orografie dei suoli; i due volumi possono infatti svilupparsi su quote differenti e ruotare intorno al nodo centrale, dando origine a fronti inclinati a favore della vista migliore e dell’esposizione al sole più vantaggiosa.
La rotazione dei volumi crea un patio che diventa un elemento caratteristico della casa, come spazio di mediazione tra interno ed esterno. Uno spazio esterno, ma protetto, che rappresenta l’area di possibile espansione nel tempo. Un tetto ad unica falda inclinata protegge l’edificio, che lo caratterizza dal punto di vista formale e ne limita l’impatto visivo nel contesto, consente di aprire grandi vetrate a sud, mantenendo al contrario il fronte esposto a nord di superficie minima e con aperture ridotte. Dal punto di vista tipologico, l’organizzazione planimetrica e volumetrica dell’edificio si fonda su moduli base che sono stati ottimizzati dal punto di vista delle dimensioni, delle funzioni che accolgono e della flessibilità. L’aggregazione dei moduli determina unità abitative di superfici e forme differenti.
Gli stessi principi di modularità e flessibilità sono anche alla base della scelta di un sistema costruttivo prefabbricato leggero. Tale sistema consente infatti di ottimizzare la realizzazione del modulo, riducendone tempi e costi, garantendo al contempo grande adattabilità per quanto riguarda l’organizzazione degli alloggi, la loro personalizzazione e modificabilità nel tempo, le soluzioni tecniche‐impiantistiche, la scelta delle finiture. Le caratteristiche del progetto, la grande flessibilità che offre in termini di tipologie, di materiali e di finiture permettono all’edificio progettato di adattarsi ai contesti più diversi.
FLESSIBILITÀ
La tendenza attuale del mercato immobiliare presenta profili molto differenziati di utenza, per esigenze specifiche, stili di vita e composizioni familiari. Per questo motivo l’edificio è stato progettato secondo principi che consentono non solo di rispondere in fase di progettazione alle diverse richieste di organizzazione degli spazi all’interno dell’alloggio, ma anche di adattarsi nel tempo ai cambiamenti e alle nuove necessità di chi lo abita. Concorrono a ottenere tale flessibilità, non solo l’impostazione modulare e la distribuzione in pianta dei percorsi e dei servizi, ma anche le scelte costruttive e impiantistiche. In particolare il posizionamento degli impianti e dei servizi lungo la parete rivolta a nord e il ricorso a un sistema costruttivo prefabbricato leggero consente layout degli alloggi differenziati in grado di rispondere ad esigenze ogni volta diverse. Allo stesso tempo modifiche che si renderanno necessarie nel corso degli anni comporteranno lavorazioni poco invasive e realizzabili in tempi contenuti.

RESIDENZE CAMPARI

what: model apartments_concept study and interior mood board
where: residenze campari, sesto san giovanni (MI)
client: MORETTI REAL ESTATE
project: cristiana vannini
project team: alessandra spaltini + pol casamitjana
consultant: vidheya del vicario (psychologist)
communication agency: BIANCHI ASSOCIATI 
render: STUDIO DIM

text: vidheya del vicario_ psychologist
La scelta della propria abitazione accompagna da sempre l’uomo e si è andata evolvendo con la storia stessa dell’umanità divenendo sempre più, sia per l’individuo sia per la società, una delle maggiori forme di espressione del proprio tempo e della propria individualità. Per questo motivo, architettura e psicologia condividono un linguaggio ricco di affinità, in quanto hanno come elemento centrale la persona, il suo ambiente naturale e culturale e la loro relazione.

CLASSIC
Si caratterizza per la scelta di materiali lussuosi, ricercati ed eleganti, reinterpretati in modo attuale e contemporaneo. Si prediligono i toni caldi e rasserenanti, mentre lo spazio e gli oggetti sono esaltati da una luce accentuata che tende invece a esporli. È una casa tanto importante, raffinata ed elegante quanto ospitale, uno spazio che si abita con piacere e facilmente condivisibile con gli invitati. Qui non vi sono elementi sottesi da ricercare o da interpretare, poiché essa si esprime in ciò che è visibile. È un ambiente rassicurante e coerente nello stile che rispecchia una personalità ben strutturata e stabile, legata ai valori della tradizione, ma altrettanto sensibile alle tendenze. La personalità, interprete di questo stile, esprime specialmente la stabilità.

DESIGN
È una casa che si espone, che osa, ma in maniera non convenzionale, perché tende a infrangere i pregiudizi stilistici e a promuovere il pensiero critico. Che fa meditare e che accoglie il mondo delle avanguardie artistiche: l’arte intesa come sperimentazione e ricerca. Il suo giocare con gli oggetti, pop, colorati e originali, è un gioco molto serio, poiché si fonda su una valutazione profonda che è propria di un carattere risoluto, sicuro delle proprie scelte e conoscenze. Gli ambienti si contraddistinguono per un cromatismo deciso e gli spazi sono destrutturati, quasi degli open space, come se la funzione fosse sottomessa alla forma. Chi la abita ha un intenso senso di sé e si distingue per la sua libertà intellettuale.

MINIMAL
È una casa all’avanguardia, vissuta negli spazi e nei tempi necessari fra i molti impegni e spostamenti, proiettata al divenire, telematica. Lo stile è essenziale: nella scelta discreta dei colori, nelle luci integrate e nella linearità delle superfici interne e degli arredi. Il risultato è un ambiente funzionale ed essenziale, che esprime un’atmosfera delicata, raffinata quasi suggestiva. Si prediligono forme e spazi leggeri, fluidi e in una soluzione di continuità, senza partizioni. Il gusto sottile si esprime attraverso fisionomie minimali, pulite, di un design che c’è, si percepisce, s’intuisce ma che non appare, che non si espone. La dinamicità è la qualità che tratteggia meglio questo carattere.

MODERN
Le linee sono pulite, l’ambiente è raccolto, contenuto, regolare, emana una sensazione di confortante equilibrio. Lo spazio abitativo è funzionale, pratico e nello stesso tempo accogliente e invitante. Questo stile non cerca di apparire, ma tende a mettere se stessi e gli altri a proprio agio, creando un’atmosfera vivace, rassicurante e piacevolmente condivisibile. Per questo si prediligono i cromatismi chiari, la creazione di ambienti delicati e familiari. La sua personalità si esprime in luci morbide e ambrate, in spazi e arredamenti che creano un clima confortevole che parla di quotidianità, di spazi partecipati e di racconti di vita in comune. La caratteristica che meglio ritrae questo stile è la socievolezza.

LUXURY
Ricercatezza ed emozionalità. Propone scenari intensi, che comunicano bellezza, benessere e agiatezza. È uno stile elaborato e ricercato, che predilige materiali e arredi pregiati. Gli ambienti hanno una spiccata personalità, ove la dimensione decorativa è forte, intensa e sensoriale, fatta di ricchi dettagli e di finiture di alta qualità. Le luci sono decise, quasi sceniche e nulla è lasciato al caso. E’ un mondo di atmosfere lussuose quello in cui si entra, che non può e non vuole lasciare indifferenti. L’espressione della forza è la sua caratteristica più evidente.

Bulgari DIVA Window_2013-2014

Marco Piva continues its cooperation with the prestigious brand Bulgari dressing the new 2013-2014 shop windows. The concept was inspired by the just-launched DIVA jewels collection that celebrates the big stars of the past, who have left their personal footprint in the world of style and fashion and who Bulgari wish to honour with magnificent jewels. Last year, the successful introduction of ceramics in the common thread of Bulgari’s corporate identity led Marco Piva to continue research on this material, in order to explore new possibilities and forms of expression. The same concept is enriched with new shapes and emotions: the inspiration of DIVA shop windows comes from evolving experimentations on ceramics and from the shapes and colours explored by Bulgari for its jewels. The display stand’s predominant geometric shape, narrow at the base with a sinuous and energetic expansion, reminds both of a champagne flute, symbol of big events and special moments, and of the shape of some jewels of the new collection. These new ceramic volumes, which serve as supports for smaller display stands, are the result of hard structural research. In fact, they have been designed to remain free-standing in spite of the apparent instability that characterises their shape (the ceramic volume is ballasted inside and anchored to the underlying platform). Two main designs are proposed: the first displays jewels on the volumes anchored to the floor, the second, like a waterfall, displays suspended forms, some of which serve as lamps for the underlying elements, some host necklaces, and some, finally, serve as decorations. DIVA shop windows evoke the world of cinema and theatre with its muses, through exclusive amethyst and rubellite shantung silk panels that evoke the sliding curtains which close the theatre stage, acting as a frame for the protagonists. In addition, the two colours chosen clearly remind to the colours of the stones used for the jewels, whilst the shape of the wing reflects the lines and cuts developed for display stands. Ceramics, cloth and metal blend together on stage to enhance the jewels’ colours and brightness. The result is a game of lights, colours, shapes and contrasts to live and explore. Joyous and lively, the new DIVA shop windows designed by Marco Piva pay a tribute to the appeal and femininity of the women to whom the jewels are inspired. An imaginary theatre for unquestioned protagonists. — New York Images: Bottom Facade (ground floor): Studio Marco Piva Top end Facade (first floor): Fenizia Design Studio

Casa Alitalia

Alitalia inaugura le nuove lounge Casa Alitalia di Roma Fiumicino e Milano Malpensa. Le sale sono state completamente rinnovate nello stile e nei servizi per rappresentare un nuovo concept di ospitalità all’insegna dell’eccellenza e del made in Italy, con l’introduzione di un esclusivo servizio di live cooking. Le cerimonie di apertura si sono svolte presso l’aeroporto romano e quello milanese alla presenza di Luca Cordero di Montezemolo e di Cramer Ball, Presidente e Amministratore Delegato della Compagnia italiana. “Con Casa Alitalia mettiamo in mostra l’eccellenza e lo stile dell’Italia in un ambiente elegante e al tempo stesso familiare. L’attenzione ai dettagli e la tipica accoglienza faranno sentire gli ospiti provenienti da tutto il mondo come se fossero in una vera casa italiana”, ha commentato l’Amministratore Delegato Cramer Ball. “L’apertura di queste nuove lounge è un ulteriore passo nel piano di rilancio dei nostri servizi di terra e di bordo. Vogliamo diventare la migliore compagnia in Europa e per raggiungere questo obiettivo dobbiamo assicurare ai nostri passeggeri un servizio d’eccellenza prima, durante e dopo il volo”. Il nuovo concept Casa Alitalia è stato ideato dallo staff Alitalia e trasformato in realtà da Marco Piva, architetto di fama internazionale che ha firmato diversi importanti progetti come il Concept Design delle vetrine internazionali di Bulgari, il Feng Tai Financial Center a Pechino, il complesso residenziale Domus Aventino a Roma, l’Excelsior Hotel Gallia di Milano e il progetto Porto di Dubai. Casa Alitalia è stata concepita con l’intenzione di diventare un luogo più domestico che pubblico. Gli spazi interni – l’atrio di accoglienza, le zone per il relax e per la conversazione, le aree destinate alla ristorazione – sono stati studiati per essere il più simile possibile a quelli di una casa privata. La stessa porta di ingresso della lounge, che trae ispirazione dal grande portone di un palazzo italiano, funziona da elemento di separazione fra l’ambiente caotico dell’aeroporto e quello confortevole, raffinato e dal sapore domestico di Casa Alitalia.
Il servizio di catering è ispirato alle eccellenze enogastronomiche italiane e si distingue per la presenza di un’area live cooking in cui, due volte al giorno, uno chef dedicato cucina dal vivo proponendo una selezione di menù a base di pasta e pizza, con la disponibilità anche di piatti vegetariani o senza glutine. A questo spazio si aggiungono un’area buffet e una zona bar dove degustare, tra l’altro, una selezione di pregiati vini italiani o il tipico aperitivo preparato da barman professionisti. Completano l’offerta dei servizi di Casa Alitalia alcune vip room e sale per incontri privati, un’area lettura, una zona di preghiera, servizi con doccia e la connettività WiFi a disposizione di tutti gli ospiti. Casa Alitalia non è solo un luogo di relax in attesa del volo, ma una vera propria espressione dei valori e degli elementi distintivi dell’eccellenza italiana nel mondo, grazie anche alla collaborazione con i migliori brand italiani, tra i quali Poltrona Frau, per gli arredi e le sedute delle lounge, Cantine Ferrari, le bollicine ufficiali di Alitalia, Lavazza, che ha dedicato alla Compagnia italiana esclusive miscele di caffè, e Terme di Sirmione, per i prodotti benessere a disposizione degli ospiti. Anche i materiali utilizzati per la costruzione delle lounge – ad esempio i marmi, l’illuminazione, i fondali scenografici – richiamano la cultura, il territorio e la quotidianità italiana. Martini Light, tra i leader mondiali dell’illuminazione tecnica e architetturale, è stata scelta per illuminare gli spazi con il prodotto Arkedo ad incasso arretrato 23W e 9W. La famiglia Arkedo si compone di una gamma elevata di incassi dalle elevate prestazioni, la cui caratteristica è creare luce che conquista lo spazio senza invaderlo; la soluzione in movimento che gioca con l’asimmetria dei fasci, la dinamicità del LED e un’altissima precisione delle ottiche, rendono Arkedo un prodotto d’avanguardia.
Il prodotto si presenta con un sistema dissipante in pressofusione di alluminio, ottiche in alluminio metallizzato, molle e staffe di fissaggio in acciaio, palpebra schermante per la versione orientabile in silicone nero. Il sensore termico è posizionato sopra il dissipatore che protegge il LED spegnendolo in caso di surriscaldamento. Disponibile nella versione fissa, orientabile oppure wall washer. Sorgenti Led Cob da 9W, 23W, 31W e 47W di potenza, disponibili in versione NW (Neutral White, 4000K) e WW (Warm White, 3000K) con CRI>80, WP (White Plus, 2950K) con CRI 97 e HD Retina LED. Casa Alitalia a Roma Fiumicino rinasce nella location della lounge “Giotto”, nell’area di imbarco G dell’aeroporto romano – dedicata ai voli di lungo e medio raggio extra-Schenghen – e si sviluppa su una superficie di circa 800mq offrendo oltre 115 sedute per gli ospiti. A Milano Malpensa Casa Alitalia si trova in un nuovo spazio all’interno dell’area di imbarco Satellite Nord; si estende su una superficie di circa 500mq e offre oltre 90 sedute. Gli ospiti di Casa Alitalia a Malpensa avranno anche la possibilità di salire a bordo dell’aereo direttamente dalla lounge attraverso un pontile di imbarco dedicato. Il piano di rinnovamento delle lounge di Alitalia, avviato nell’ottobre del 2015, ha già visto il completamento dei lavori di ristrutturazione e miglioramento delle sale negli aeroporti di Venezia, Catania, Milano Linate e della ex “Dolce Vita Lounge” al Terminal 1 di Roma Fiumicino. A breve sarà completato il rinnovamento della lounge di Napoli Capodichino, della “Lounge Young” di Roma Fiumicino per i minori non accompagnati e della sala all’aeroporto JFK di New York. La Compagnia italiana prevede inoltre di aprire due sale a Roma Fiumicino: una nel “Molo B” entro settembre 2016 e l’altra nel nuovo “Molo F” dello scalo romano all’inizio del 2017. L’accesso gratuito a Casa Alitalia e alle altre lounge della Compagnia è riservato esclusivamente ai soci dei club Alitalia Freccia Alata Plus, Freccia Alata, SkyTeam Elite Plus, ai possessori di biglietto Alitalia di Business Class di lungo raggio e di medio raggio e ai titolari di carta Alitalia American Express Platino che volano con Alitalia. E’ possibile accedere alle lounge Alitalia anche acquistando un singolo ingresso al costo di 30 euro via web, attraverso il Customer Center, nelle agenzie di viaggio o nelle biglietterie aeroportuali.

Hotel Excelsior Gallia

I wanted to create “a Place“ linked to Milan’s history of excellence. A “special” place integrating and enhancing its architectural, design, customs and fashion values. My project wanted to give Milan and travellers from all over the world an example of style and elegance, excellence in its welcome and elegant hospitality.
Marco Piva
May 2015: The Excelsior Hotel Gallia building, spread over an entire lot, is once again the protagonist and an integral part of the magnificent Piazza Duca D’Aosta, dominated by the Central Station, one of the world’s most imposing and spectacular railway stations.
The new Excelsior Hotel Gallia is one of the most cutting-edge “accommodation machines” in the world; designed to offer guests the most efficient multimedia technologies, the most dynamic, spectacular light installations and the most versatile spaces for fairs, meetings, congresses and exhibitions.
Following its almost hundred-years-old tradition, Excelsior Hotel Gallia has been designed to hold really different events linked to the most exclusive art, customs and sports events.
Excelsior Hotel Gallia interior spaces and environments are magnificent, yet fluid. Each special area is marked and linked to the others through a Monumental Portals system made of black glass, metal and light.
Only the central staircase has been preserved from prior distribution of space, renovated and made monumental by a spectacular, 30-metre high Murano glass chandelier: a cascade of 180 light cylinders illuminating the eight floors of this historical staircase. Guests, like “players” on a stage, can move freely along the over one-hundred-metres long internal Promenade, admiring window displays with the most exclusive international fashion brands, as well as stay in the quiet, relaxing spaces of the Cigar Room or the Library, to read books and newspapers or for private conversations, surrounded by art ornaments designed specifically for this surprising Hotel. Along with the elegant Ground floor Restaurant and Bar environments, connected directly to the surrounding Piazza, the Hotel and external guests can reach the magical 6th and 7th floor areas by hyper-speed, back-illuminated quartz lifts to find one of Europe’s most exclusive SPAs, with a panoramic swimming pool. Still on the 7th Floor, the Terrace Bar, with a breathtaking view over the underlying Piazza, and Milan’s most exclusive restaurant, connect to the Multi-function Room with its rollaway armchairs, located under the historical building’s Central Cupola, now a huge crystal room coated with 586 prisms of mirror-finished alucobon. From now on, and for the future, Excelsior Hotel Gallia will be the First Sight of Milan for those arriving in the City, in particular during EXPO 2015: a Breathtaking Sight.

Club House – Hong Qiao 239

Historical Background: Acquisition of the Project & Concept
In the VIP area located in west Shanghai, the street of luxury residential houses with top house price in China, Marco Piva has been appointed to study the best solution for a sample house of a complex of 72 villas, combining an absolutely contemporary sign, as in Studio Marco Piva DNA, with traditional Chinese one. At the beginning of the project there was a careful research focused on the dualism between classic and contemporary, international and traditional, public and private spaces, to integrate all those aspects in a fluid and natural way. Precisely, it has been the dualism of public and private that has strongly influenced the project concept. Hong Qiao 239, this is the real name of the lot, has been carefully studied as a space that can be both intimate than open. That’s why we renamed it Club-House, an house to live in with the family but also a Club, where friends and parties are welcome. Club-House is the first step of an innovative new way of living our own home, to be a lively, sophisticated, elegant, long lasting home, both private and social, of which the owner (and their friends) will never have enough. The Villa is divided in three separate floors. At the Ground Floor there are all the main rooms, strongly divided with the nights ones (one master bedroom and three single bedrooms, all with their bathrooms) on the right side, and the the living room, the dining room, the library and the kitchen on the left side. To increase the flesibility between the public space and private space, which corresponding to Club and House, sliding doors have been placed to separate the dining room from the living room and the dining room from the main atrium corridor. Also the Kitchen can be a separate space. The atrium corridor, with monumental golden portal, point out the way in to the different spaces. A spectacular “verde bamboo” marble, for instance, start from the atrium and covers the entire private hall, that makes as a crossroads for the intimate space of the bedrooms. Always in the atrium, there is the access to the monumental onyx marble staircase with metal balustrade for going in the basement. At the Basement 1 we have the game room, the wine cellar, the cigar room and home cinema, and the maid room. This level is more private than the ground floor, with little room that can be dedicated to reunions, meeting or private conversation. In the game room, for example, we try to combine the space with nature, the contemporary design with traditional Chinese spirit. A circle windows were created on the wall as well as on the floor, through which people can enjoy the fantastic waterfall and the vision of swimming pool. At Basement 2 we have the space for the total relaxation, alone or with family or friends, with the swimming pool and the spa area, equipped with private massage room, changing rooms and a lounge.. There is also the luxury car’s saloon, from which is possible entry directly at this level. A fascinating swimming pool was also created on Basement 2, with artificial waterfall and natural light from the sky. The pool is surrounded by designed marble walls with linear LED inside. Italian Design – The interiors of Club House have been created with great attention being paid to the choice of materials, textures and details, and there are powerful references to the Italian design, merged with custom made pieces and Chinese high level materials. On Marco Piva’s design, for example, we have the golden texture of the monumental portal of the atrium and of the sliding door to cover the TV in the rooms, and falling chandeliers in the important space. Masterpieces of Italian design are from Baxter, Busnelli, Ceramica Santagostino, Lasvit, Luxury Living Group, Minotti, Molteni, Oluce, Poltrona Frau, Secret Du Luxe, Sicis Next Art, Toncelli Cucine. Most of the furniture related to the fit out have been selected by a Chinese contractor, who supplied the best marbles and leather materials directly from China, under the instructions from Studio Marco Piva.

DGI Showroom

DGI, impero asiatico dell’interior design di lusso, ha aperto nel cuore del business district della città di Pechino nel prestigioso Xanadu Building, uno dei crocevia più trafficati del mondo. L’interior design, la configurazione degli spazi e il design della facciata sono stati progettati da Marco Piva. Uno showroom di 3500 metri quadri su tre livelli, per il quale sono stati scelti come partner aziende che rappresentano a scala mondiale l’eccellenza italiana nell’arredo. Al primo e secondo livello troviamo lo showroom Fendi, mentre al terzo livello troviamo un’ampia reception lounge e lo showroom SICIS. Come da richiesta del cliente, si è voluto mantenere per tutti gli ambienti uno stile classico, simbolo di eleganza e di pregio, accompagnandolo con dettagli contemporanei, ispirati al vivere di oggi, all’innovazione, al cambiamento dei tempi. Uno spazio elegante nel quale i dettagli dello stile italiano si sposano con le più profonde tradizioni della cultura cinese, per diffondere e tramandare le migliori qualità del nostro Paese.